La crescente efficienza delle energie rinnovabili a fronte dell'aumento dei costi

Intestazione

Le energie rinnovabili fanno risparmiare 520 miliardi di dollari nel 2022

Un recente rapporto dell'Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (IRENA) rivela che le energie rinnovabili hanno svolto un ruolo cruciale nell'economia elettrica globale nel 2022. In quell'anno, il settore elettrico globale ha ottenuto un risparmio spettacolare di 520 miliardi di dollari grazie al crescente utilizzo delle energie rinnovabili. Questo risparmio sostanziale deriva dalla maggiore competitività delle energie rinnovabili, stimolata dalla crisi dei prezzi dei combustibili fossili.

Le energie rinnovabili competitive dal punto di vista dei costi favoriscono il risparmio

Entro il 2022, ben l'86% della nuova capacità rinnovabile installata, pari a 187 gigawatt, avrà un costo di produzione inferiore a quello dell'elettricità prodotta da combustibili fossili. Questa tendenza conferma la rilevanza e la fattibilità delle energie rinnovabili nel nostro panorama energetico globale. Il rapporto dell'IRENA, "Renewable Power Generation Costs in 2022", evidenzia l'impatto significativo delle rinnovabili nel ridurre i costi complessivi dei combustibili nel settore elettrico.

Vantaggi economici che vanno oltre i risparmi diretti

Oltre a questi risparmi diretti, è essenziale sottolineare che la riduzione delle emissioni di CO2 e dell'inquinamento atmosferico locale si traduce in significativi benefici economici. La massiccia diffusione delle energie rinnovabili negli ultimi due decenni ha contribuito a minimizzare l'impatto economico dell'aumento dei prezzi dei combustibili fossili nel 2022. Ciò ha reso le economie mondiali più resistenti di fronte alla crisi, anche senza ricorrere a massicci finanziamenti pubblici.

Energie rinnovabili: Essenziali per l'azione per il clima

Il rapporto ribadisce il ruolo essenziale delle energie rinnovabili, competitive dal punto di vista dei costi, per risolvere l'attuale crisi energetica e climatica. Esse accelerano la transizione verso un futuro in linea con l'obiettivo di limitare il riscaldamento globale a 1,5°C. Le energie rinnovabili svolgono un ruolo centrale negli sforzi dei Paesi per raggiungere le emissioni nette zero, ridurre la loro dipendenza dai combustibili fossili e mitigare le conseguenze macroeconomiche associate.

L'urgenza della transizione energetica

Il Direttore Generale dell'IRENA, Francesco La Camera, sottolinea che l'anno 2022 segna una svolta decisiva nella diffusione delle energie rinnovabili. La loro competitività in termini di costi è ora più forte che mai, nonostante il continuo aumento del costo delle materie prime e delle attrezzature a livello mondiale. La necessità di aggiungere una media di 1.000 gigawatt di energia rinnovabile all'anno entro il 2030 per raggiungere l'obiettivo di limitare il riscaldamento globale a 1,5°C è pressante, più di tre volte il livello del 2022.

Tendenze dei costi e proiezioni future

Negli ultimi 13-15 anni, i costi di produzione delle energie rinnovabili, in particolare dell'energia solare ed eolica, sono diminuiti notevolmente. Tra il 2010 e il 2022, queste energie sono diventate competitive rispetto ai combustibili fossili, anche senza sostegno finanziario. Il rapporto conclude che il previsto aumento dei prezzi dei combustibili fossili consoliderà la tendenza della generazione di energia rinnovabile a diventare la fonte più economica per i nuovi impianti, anche in concorrenza con i produttori di combustibili fossili esistenti. Le energie rinnovabili offrono ai consumatori una protezione contro le fluttuazioni dei prezzi dei combustibili fossili.